I PROLETARI NON SONO PIU’ IL MOTORE DELLA STORIA

ROLETARI NON SONO PIU’ IL MOTORE DELLA STORIA
proletari di tutto il mondo non valete piu nulla !

-La fine della classe operaia –

 

La classe operaia non è più il motore della storia , della società , della rivoluzione ; altre categorie   con un potere contrattuale infinitamente superiore  per  l’ ennesima volta  hanno dimostrato  vero questo enunciato . Per chi avesse ancora dei dubbi sulla fine del comunismo , anzi della falsità e incongruenza delle analisi marxiane  della società moderna  o capitalista ,   l’ultimo sciopero dei padroncini in Italia , gli autisti , ha spiazzato ancora  tutti i tentativi dei compagni di rifarsi un nuovo look culturale  sulla classe operaia , magari adducendo casi pietosi come gli infortuni sul lavoro dei metalmeccanici o altri pretestuosi motivi per porre al centro della loro azione politica solo la classe operaia che quasi non esiste .

Come  già fece esperienza l’ateo-comunista Allende in Cile  molti  anni fa  , basta uno sciopero organizzato bene da altre categorie di lavoratori, come ultimamente  i padroncini  in Italia, che sono stati capaci di paralizzare  quasi tutti i settori della vita pubblica .

Il comunismo  è stato ancora una volta  clamorosamente smentito sul piano della prassi e  sul piano sociale e filosofico !

In realtà sia il comunismo e sia il socialismo, oltre a porre al centro del loro discorso sociologico  delle false aspettative , accontentandosi spesso solo di conquiste salariali , aveva in sé , nelle sue costruzioni pindariche sulla classe operaia, centro della rivoluzione e motore della storia ,  anche istanze libertarie e  morali pseudo-scientifiche,  basate per lo più  su rapporti di forza delle varie classi.

Queste istanze pseudo-scientifiche e culturali   sono state  la cosa che più ha provocato la Chiesa nel dichiarare il comunismo  una dottrina satanica e a scomunicarlo  .  Il nuovo “comunismo”( o nuovo umanesimo)  non è  solo a  favore delle classi oppresse  ma è anche a favore ( oggi ) di un nuovo tipo di famiglia  contro l’idea di matrimonio e  famiglia tradizionale .

Il comunismo, in realtà , insieme al socialismo non era solo  il  difensore della classe proletaria e lavoratrice , ma aveva in seno   l’idea di un nuovo tipo di società , anzi di un nuovo tipo di famiglia, dove  i nuclei umani più oppressi ed emarginati della società erano il nuovo modello  di riferimento per lo sviluppo  dei popoli e delle nazioni  che si affacciavano alla ribalta della storia  della nuova modernità .   Come nella teoria di Darwin  la cellula malata non muore  più  perché più debole ma costituisce, in fondo, la novità che si adatterà  meglio all’evoluzione dell’ambiente , così  i nuovi ceti umani e i nuovi oppressi  rappresentano l’ umanità  del domani sulla terra .  Un lavoratore e una lavoratrice è più libera (anche di lavorare di più) se senza figli e   senza prole , anzi senza matrimonio !    Non  a caso  la sinistra  progressista  si  dichiara a favore della categorie dei gay , dei drogati ,dei carcerati, del mondo della prostituzione , contro la pena di morte , a favore delle politiche di sterilizzazione nei paesi poveri , per l’aborto ,il  divorzio,a favore dell’eugenetica dopo averla condannata  come immorale  quando la praticava Hitler in modo manifesto .  Insomma  è tutta a favore di quel falso umanesimo  che fa apparire bene tutto ciò che è trasgressivo in quanto rappresenterebbe il nuovo e il progresso morale umano .  Questa visione culturale  va  a braccetto con la  morale radicale o liberal-capitalista  della concezione della società basata sulla assoluta  libertà  umana   da ogni  vincolo morale e religioso , sull’autonomia della coscienza non dipendente   da una legge universale e oggettiva , di una società basata sulla scienza e sul progresso umano, libera finalmente  dall’oscurantismo  religioso,  che   vedeva  il bene dell’uomo in un umanesimo dove fosse stato  l’uomo a dettare le norme del vivere umano dopo averle apprese dalla stessa scienza dell’evoluzione della specie e dal progresso scientifico.     Ecco come si spiega perché  ultimamente,  molto spesso, si sono visti a braccetto dei nemici storici tra loro: capitalisti e proletari  progressisti , tutti uniti contro  tutto ciò che   poteva ostacolare la libertà morale  pseudo-scientifica , confusa con l’dea di progresso . Ecco perché abbiamo visto capitalisti  alla Soros  finanziare l’eugenetica , le politiche di sterilizzazione nei paesi poveri , finanziare  i  No –Global  contro  l’OGM  che potrebbero liberare i poveri finalmente dalla fame  senza fare ricorso ai prestiti della Banca Mondiale .   Ecco perché non esisterebbe  più nessuna differenza tra  destra e sinistra ;  perché tutti concorrono democraticamente al benessere e al progresso  dell’umanità .

Questo si spiega solo perché sia l’umanesimo ateo e sia  il libero capitalismo progressista hanno  in realtà alla base gli stessi valori e gli stessi fini sia pure con modalità diverse .   L’obbiettivo è sempre  lo scardinamento del  tipo di società tradizionale che non è più idonea ai nuovi canoni  morali inventati dai moderni modelli  autonomi e  umanistici e anzi  comunistici .    All’origine di questi canoni, non dimentichiamolo, ci stanno sempre  le idee della Rivoluzione Francese ,l’illuminismo, e prima ancora la visione protestante della moralità basata sull’autonomia umana della coscienza .    In Francia , ma anche in Italia , abbiamo una destra che meglio dei governi precedenti , celebra i valori della Rivoluzione Francese, magari pensando che quei valori non hanno nulla a che fare col comunismo e col socialismo: idioti !

Nella stessa Chiesa Cattolica non sapendo cosa contrapporre a quei valori , abbiamo avuto teologi , scienziati,antropologi , scrittori, papi,  fondatori di partiti, pii uomini di chiesa e congregazioni che si sono ispirati a quella filosofia umanistica dopo che la Chiesa l’ aveva  condannata e scomunicata  apertamente !   Abbiamo avuto missionari  e suore che  fanno gli operatori sociali nei paesi di missione e  predicano  i nuovi valori della modernità non mancando di raccomandare  il controllo delle nascite  !   La Chiesa è arrivata a  fare la scelta di classe !  Non è un errore teologico, badate bene , ma è la spia di una falsa teologia   di cui  è permeata oggi tutta quanta la Chiesa  .  Del resto la stessa cosa avvenne all’indomani della Rivoluzione Francese ; ci fu la quasi maggioranza del clero francese che aderì  a quelle idee che rappresentavano il progresso e la scienza moderna , ovvero  la lotta per la liberazione degli  “oppressi “ , mentre ci fu una minoranza che fu perseguitata , trucidata e costretta al nascondimento, vedendo in quelle idee solo un fumo negli occhi  e la rovina della  società naturale e tradizionale .

Ma , tornando al nostro discorso, l’affacciarsi di nuove categorie sociali capaci di aver potere contrattuale,ci dice che la società è più complessa , è più pluralista di come la videro i comunisti che la ridussero a un rapporto di forza  tra ricchi e poveri .   Per potere parlare di politica bisogna arrivare a trovare un nucleo sociale naturale indistruttibile che sta alla base di ogni gruppo sociale organizzato :la famiglia monogamica !    La politica nasce da lì .